CON IRRATI ALLA FONDAZIONE MAIC

Stamani ho portato i miei studenti del Liceo alla Fondazione MAIC dove hanno incontrato l’arbitro internazionale Massimiliano Irrati. E’ stata una bella mattinata insieme ai ragazzi del MAIC che hanno mostrato entusiasmo e divertimento per la presenza del loro ospite importante e lo hanno nominato Ambasciatore MAIC. L’arbitro/avvocato pistoiese è persona molto gradevole e ha risposto con simpatia alle domande dei ragazzi. Ho colto anche l’occasione per consegnare a Irrati una targa di UNVS. Al termine dell’incontro le foto di gruppo e un bel buffet. Mi ha fatto molto piacere rincontrare Alba, una ragazzina, che tanti anni fa era studentessa in una mia classe con l’insegnante di sostegno. Malgrado sia passato un bel po’ di tempo, appena mi ha vista mi ha riconosciuta e ha cominciato a chiamare “Professoressa, professoressa, professoressa…” sono stata lieta di rivederla, sempre uguale, sempre la solita Alba, allegra e sorridente.  

IL PRESIDENTE EUGENIO GIANI ALLA PREMIAZIONE DELL’ATLETA DELL’ANNO DELLA SEZIONE UNVS DI PISTOIA

Anche quest’anno veramente bella la manifestazione per premiare l’Atleta dell’Anno 2018 Giulia Gabbrielleschi, l’Atleta Emergente Tommaso Martini e le altre categorie sportive, che si è svolta sabato scorso a Villa Cappugi e alla quale ha partecipato tantissimo pubblico, oltre 200 persone, per applaudire i premiati. Organizzata, come di consueto, dalla sezione UNVS di Pistoia ha registrato, oltre alle tante persone, più numerose di sempre anche le autorità in rappresentanza del territorio. Un grazie a tutti, a cominciare dal Prefetto S.E. Emilia Zarrilli, all’Assessore allo Sport del Comune Gabriele Magni, al Vicepresidente della Provincia Gabriele Giacomelli e al Presidente del Consiglio regionale Eugenio Giani, che ci ha fatto una graditissima sorpresa raggiungendoci sia per le premiazioni che per la cena di gala con i soci della sezione e i premiati. Grazie anche ai rappresentanti della Folgore, della Polizia di Stato, degli ordini professionali, delle associazioni e delle fondazioni bancarie che sono stati con noi, dandoci la misura dell’interesse che la nostra associazione riscontra sul territorio e del lavoro efficace che svolge per la diffusione dei valori di uno sport etico. Un grazie sentito anche ai media, che ci hanno dato ampio spazio sulle testate cartacee e on line e a TVL e infine, ma in realtà per primo, un ringraziamento del tutto speciale a Fausto Livi, che ha presentato in modo come sempre impeccabile, la manifestazione.

Report Sport

La Gazzetta di Pistoia

GALLERY- TUTTE LE FOTO DELLA MANIFESTAZIONE

ALDO BARDELLI E NANNI GALLI INSIEME A RUOTE CLASSICHE

Ieri sera presentazione del libro su mio padre al Club Ruote Classiche di Prato, una bella serata, anche emozionante, organizzata bene e con diverse piacevoli sorprese. Un ambiente di appassionati di motori, ma soprattutto di estimatori di belle macchine e di competizioni al volante. Si è parlato del libro con Alessandro Carrara, uno degli autori, ma anche di tanti aneddoti e ricordi con alcuni dei protagonisti di quegli anni. Due le sorprese che gli organizzatori hanno riservato a mio padre, la presenza al centro della sala della sua Alfa 33 da gara, veramente meravigliosa in tutto il suo splendore e della quale è sempre innamorato e la visita, inaspettata, di Nanni Galli, suo amico, collega e competitor sui circuiti, campione automobilistico e pilota anche di Formula 1. Tanti i giovani presenti al Club, impegnati nel portare avanti il ricordo delle gare e delle vetture di un tempo, animati da grande passione, ma anche desiderosi di porsi da ponte con le generazioni successive, affinché la memoria si tramandi e la bellezza dell’arte delle “corse in macchina” sopravviva nei posteri.

PASQUA IN FAMIGLIA E PASQUETTA FUORI PORTA

 

Quest’anno ho fatto tutto secondo tradizione, festeggiando la Pasqua in famiglia e trascorrendo la Pasquetta con la gita fuori porta.

Pranzo con i genitori, i bimbi e i parenti. Tutti insieme per  la colomba da scartare, le uova da rompere e l’allegria della tavola imbandita, che tanto piace ai miei nipoti, ma anche a me.

Lunedì dell’Angelo invece scampagnata in Liguria, in una bella villa sulle colline di Beverino, presso La Spezia. Un luogo che non conoscevo e che non è facile da trovare. Altra mangiata, questa volta con gli amici e rituale più frugale. a seguire, per cercare di smaltire, passeggiata di gruppo nel bosco, in un pomeriggio che ha costantemente minacciato la pioggia, ma che alla fine ha retto, concedendoci quegli obbligatori “quattro passi” necessari per mettersi a posto la coscienza e per rimandare alla settimana dopo i ponti del 25 aprile e del 1 maggio, i cattivi pensieri sul grasso che incombe in vista dell’estate!

A ROMA PER DUE EVENTI DI CULTURA DELLO SPORT

 

Mattina al Premio città di Roma al salone d’Onore al Foro italico, organizzato da Opes, presente il Presidente del CONI Giovanni Malagò per premiare personaggi e enti del mondo dello sport che si sono distinti per l’impegno e la carriera. Nel Pomeriggio tavola rotonda al Parco de’ Medici per un confronto fra UNVS, Opes e Eurosport sui finanziamenti europei per il Welfare alla quale è intervenuto l’On. Antonio Tajani presidente del Consiglio europeo. Una giornata impegnativa, ma interessante e, speriamo, utile. La serata invece è stata assai piacevole, con aperitivo sulla terrazza Borromini, che ha una delle più spettacolari viste su Roma e dopo la cena una passeggiata in centro che mi ha permesso di visitare alcune chiese, tutte aperte nella notte del Giovedì Santo, che non avevo mai avuto occasione di vedere.

BUDAPEST

Ogni volta per me Budapest è riscoprire una città che non mi lascia molto. E ogni volta ci torno proprio per sfatare questa mia convinzione. Considerata una delle più belle capitali europee, vivace e animata, con una intensa vita notturna, io non la trovo all’altezza della sua notorietà. E’ sicuramente una città maestosa, con grandi vie, palazzi imponenti, visibilmente bella nella parte restaurata (terribile, fatiscente e pericolosa, invece nei primi quartieri periferici), che non riesce però ad entrarmi nel cuore. Un lungo Danubio che fa il suo effetto, specialmente di notte, molto ben illuminato, ma senza quel calore e quel cuore pulsante delle città che piacciono a me. Mi dovrò rassegnare e accettare che non mi piaccia! 

La Gallery 

VERROCCHIO A PALAZZO STROZZI

Ieri ho visitato la mostra di Verrocchio a Palazzo Strozzi, è veramente una gran bella mostra. Era un po’ che non vedevo una rassegna temporanea così preziosa e allestita in modo efficace, con capolavori inestimabili provenienti da tutto il mondo, in grado di offrire al pubblico sia il Verrocchio pittore, che scultore, che personalmente preferisco. Presenti le opere dei suoi maestri come Donatello, della sua scuola e dei suoi allievi, quali Ghirlandaio, Perugino e ovviamente Leonardo. Ricca di pezzi pregiati, che portano nelle sale i colori e i tratti del Rinascimento, con le tante Madonne e le raffigurazioni sacre, la mostra è certamente da vedere. Fra le opere spiccano anche tre prestiti provenienti dalla nostra Pistoia, che si conferma città d’arte, detentrice di un importante patrimonio culturale. Si tratta del busto del Salvatore di Agnolo di Polo, conservato nel Museo Civico, dell’affresco che raffigura San Girolamo e una Santa Martire di Andrea del Verrocchio, visibile nel complesso di San Domenico, e della spettacolare Madonna di Piazza, un dipinto a tempera su tavola di Verrocchio e Lorenzo di Credi, esposto nella Cattedrale di San Zeno. La mostra ha un prolungamento nel Museo del Bargello che, purtroppo, non ce l’ho fatta a vedere. 

LIONS DAY TOSCANO IN PIAZZA DEL CARMINE

Oggi, in una giornata poco efficace perché piovosa e noiosa, si è svolto in piazza del Carmine a Firenze il tradizionale Lions Day, manifestazione che ogni anno ci porta nelle piazze con i nostri stand a raccontare chi siamo e cosa facciamo. Dopo la bellissima esperienza senese dello scorso anno, per questa edizione ci siamo spostati nel capoluogo toscano. Malgrado il tempo inclemente che non ha concesso un attimo di tregua, siamo riusciti a portare in piazza i nostri soci e ad incontrare tanta gente. Personalmente in questa occasione ho dato uno scarso contributo, arrivando a giornata praticamente conclusa, sono volata a San Frediano di ritorno da Budapest, ma oramai era già metà pomeriggio.