GLI STUDENTI DEL LICEO A LA SPEZIA ALLA SCOPERTA DI CLAVICEMBALO, FAGOTTO E FORTEPIANO

Visita del Conservatorio Puccini a La Spezia con i ragazzi del Liceo scientifico A. di Savoia. Mi ha fatto piacere portare due classi della mia scuola al Conservatorio, è stato interessante e piacevole per i ragazzi che hanno assistito a un assolo d’arpa e a un enseble di fiati. Hanno scoperto strumenti antichi a loro sconosciuti come il clavicembalo, il fortepiano e il fagotto. Hanno fatto molte domande girando per i corridoi e le stanze liberty del Conservatorio Puccini, assistiti dal Direttore generale Federico Rovini e da alcuni docenti, oltre a ricevere il saluto del Presidente Maurizio Sergi. Nel pomeriggio tutti al mare con la visita del Castello di Lerici, con vista mozzafiato sul golfo dei poeti e poi spiaggia con primo assaggio stagionale dell’acqua di mare. Contenti i ragazzi per la giornata piacevole, contento il Preside per le belle cose viste e noi insegnanti per il perfetto comportamento dei nostri studenti.

MARCIA CONTRO LA MAFIA STAMANI IN CITTA’

Stamani ho partecipato con i miei studenti alla marcia contro la mafia organizzata dall’Associazione Libera e dalle mogli di due agenti della scorta di Falcone, morti il 23 maggio di 25 anni fa compiendo il proprio dovere. Migliaia gli studenti confluiti al Palazzetto dello Sport, provenienti da otto istituti della provincia. C’eravamo anche noi del Liceo Scientifico. Interessati e educati i miei ragazzi, che hanno ascoltato con particolare attenzione le due vedove che da oltre due decenni girano l’Italia raccontando cosa significhi vivere in un territorio mafioso e come si può combattere una piaga che non sarà mai estirpata se le giovani generazioni non affronteranno il problema con coraggio, onestà e consapevolezza, “senza chiudere gli occhi e fingendo di non vedere, come è stato fatto per troppo tempo! Impressionanti i resti dell’autovettura nella quale i tre agenti della scorta viaggiavano quel pomeriggio di primavera, contenuti in una teca e esposti al palazzetto. 

E BRAVI QUESTI QUATTRO GIOVANISSIMI POLITICI

Ieri, ultimo giorno di scuola prima delle vacanze pasquali, i ragazzi, durante la loro assemblea d’Istituto, hanno organizzato un dibattito sui temi: immigrazione, sicurezza, droghe leggere e hanno invitato quattro coetanei, tutti impegnati politicamente, a discutere i temi all’ordine del giorno e a rispondere alle loro domande. Presenti (in ordine di foto da sinistra) gli esponenti di Fratelli d’Italia, Forza Italia, il moderatore, Partito Democratico, Sinistra Italiana.

Mi sono piaciuti tutti, al di là delle idee e delle proposte, alcune per me condivisibili, altre no, ma ciascuno capace e preparato, vista anche l’età che superava di poco i 20 anni. Un collega mi ha detto: “Che tristezza questi giovani vecchi!” A me non hanno fatto tristezza, anzi li ho apprezzati per essere in grado di presentarsi di fronte a una platea a esporre civilmente e con competenza le loro idee. Ragazzi che parlavano in un italiano corretto, desiderosi di dire la loro sulle vicende sociali, economiche, politiche del paese nel quale vivono, ragazzi che invece di passare le giornate a ciondolare per strada o ad ascoltare uno youtuber demente che dice solo scemate e parolacce o a giocare a Pokemon Go, si interessano di qualcosa di serio.  

Dei cinque ragazzi seduti al tavolo dei relatori solo due erano italiani, gli altri uno cinese, uno rumeno e uno albanese. Questo è un tipo di integrazione che mi piace. Io che non sono la Principessa del “Venite qua che vi accogliamo tutti”, quando ci sono persone e famiglie che arrivano, desiderose di migliorare la loro vita, ma anche di darsi da fare e, come diceva uno dei ragazzi stranieri ieri, ringraziando e essendo grati all’Italia per le opportunità che dà a chi arriva da fuori, non posso che rallegrarmene. Solo una politica di accoglienza regolamentata e gestita con criterio, oltre a un sistema giudiziario che punisca severamente quanti arrivano solo per delinquere, possono garantire un’integrazione e una coabitazione normale, come quella che ho visto ieri a scuola e che dovrebbe essere la regola e non motivo di favorevole stupore.

PRESENTATO VIVIPISTOIA.IT

E’ stato presentato stamani in Palazzo dei Vescovi a Pistoia, il portale del Liceo Scientifico “Amedeo di Savoia”, creato interamente dai ragazzo delle classi 4A e 4B del corso Scienze applicate. Si chiama www.vivipistoia.it nasce all’interno dei laboratori informatici della scuola, con l’obiettivo principale di contribuire alla valorizzazione della città nel fatidico anno 2017. L’idea maturò durante una normalissima ora di lezione, Pistoia era appena stata scelta come Capitale della Cultura e l’entusiasmo dei ragazzi fu tale da indurli a dare il proprio contributo, pensando di realizzare un portale web sulla loro città. Il progetto non era semplice, in quanto prevedeva di abbracciare ogni aspetto del territorio: da quello culturale a quello enogastronomico, fino al divertimento e ai mezzi di trasporto, senza tralasciare le attività commerciali e le informazioni di carattere vario. Ci hanno messo grande impegno, un po’ di fatica e, come dicono loro, tanto campanilismo, ma alla fine ce l’hanno fatta e il prodotto è nato, trovando il plauso anche dell’Amministrazione comunale che, ha concesso il proprio patrocinio. Alla presentazione è intervenuta l’Assessore all’Istruzione Elena Becheri che ha ringraziato i ragazzi per il contributo che hanno dato alla città.

CONCERTO DELLA MEMORIA AL LICEO

Grande successo del Concerto per la Memoria nel nostro Liceo. Gremita l’Aula Magna dove un pubblico attento e commosso ha assistito all’esecuzione dei brani per pianoforte, violino e chitarra classica. Hanno suonato i musicisti Luca Torrigiani, Marco Corsini (entrambi genitori di studenti) e Lapo Vannucci.

Oltre duecento gli intervenuti che hanno potuto ascoltare anche i canti del Coro Giovanile pistoiese diretto dalla Maestra Sandra Pinna Pintor e le letture fatte dagli studenti della classe 3D tratte da brani di Primo Levi, Liane Millu, Elie Wiesel e Anna Frank.

Grande soddisfazione del Preside che ha fortemente voluto la manifestazione, che va a inserirsi nel percorso delle iniziative dei Giorni della Memoria e che, a dispetto delle proibitive condizioni meteo, ha registrato un’affluenza di pubblico anche superiore alle aspettative.

CONFERENZA CHE HO TENUTO SUL CYBERBULLISMO

conferenza-cyberbullismoschermata-2016-11-12-alle-01-53-02Conferenza sul Cyberbullismo per Anspi presso l’Oratorio di San Paolo a Pistoia. Un incontro con le famiglie e i docenti di quei nativi digitali che attraverso gli strumenti elettronici interagiscono fra loro, trovandosi sempre più spesso nella posizione di bulli o bullizzati. Le sanzioni per i primi e le tutele per i secondi sono stati alla base del dibattito, insieme alla responsabilità civile dei genitori e dei docenti. Nella seconda parte, invece, l’attenzione è stata posta sulla nuova normativa in materia di bullismo e cyberbullismo, contenuta in una proposta di legge che è in fase di discussione alle Camere e che è attesa in tempi ormai brevi.

LA CITTEDELLA DELLA PACE APRE AGLI STUDENTI DEL LICEO

img_2225

Stamani, dopo alcuni anni, ho rincontrato in modo inatteso e in un luogo dove non avrei proprio creduto, Franco Vaccari, un amico di percorsi politici con il quale ho condiviso un’esperienza nel 2012/2013.

Oggi l’ho visto entrare nel mio Liceo, come Presidente di Rondine, la Cittadella della Pace, un’associazione che da tempo opera in provincia di Arezzo accogliendo studenti da tutto il mondo per far condividere loro esperienze di studio e di vita. Giovani capaci, motivati e desiderosi di confrontarsi, i futuri leader di domani che imparano la coesistenza civile e pacifica e in un abbraccio e un sorriso sciolgono convinzioni arcaiche e dogmatiche che in molti contesti e in molti angoli di mondo li hanno visti contrapposti. 

Una bellissima esperienza, proposta oggi ai nostri ragazzi che potrebbero svolgere presso lo Studentato internazionale di Rondine il quarto anno di Liceo, con la possibilità, per qualcuno di loro, di ottenere una borsa di studio sovvenzionata dalla Fondazione Cassa di Risparmio.

PARTITA DEL CUORE FRA LA SQUADRA DI AMICI DI CANALE 5 E GLI STUDENTI PISTOIESI

IMG_7169Martedì 10 maggio si svolgerà allo stadio Melani di Pistoia questo evento benefico, una partita fra i ragazzi di Amici (il programma di Canale 5) e gli studenti delle scuole superiori pistoiesi. La nostra sezione dei Veterani dello Sport di Pistoia ha dato il proprio patrocinio alla manifestazione e tutti i soci sono invitati allo stadio per assistere all’incontro. Io parteciperò con i miei allievi per prendere parte al dibattito sul tema del bullismo giovanile. Alcuni dei nostri ragazzi delle classi quinte giocheranno anche nella squadra degli studenti. Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare, il biglietto ha un costo simbolico di 3 Euro che sarà devoluto in beneficenza.

FANUCCI SI RACCONTA AGLI STUDENTI

Edoardo Fanucci è un ex studente del Liceo scientifico “C. Salutati” di Montecatini che ad oggi siede negli scranni del Parlamento italiano. Un bel percorso che stamani ha raccontato a quei ragazzi che adesso occupano i banchi dove ha studiato non molti anni fa. Tanti i liceali montecatinesi che hanno avuto successo nelle differenti attività, manager, politici, imprenditori. Fanucci sempre i prima fila dai tempi dell’attività studentesca, ha ripercorso oggi la sua ascesa e l’ha condivisa, nel corso di un incontro organizzato dagli studenti,  durante la settimana di autogestione della scuola.