CON IRRATI ALLA FONDAZIONE MAIC

Stamani ho portato i miei studenti del Liceo alla Fondazione MAIC dove hanno incontrato l’arbitro internazionale Massimiliano Irrati. E’ stata una bella mattinata insieme ai ragazzi del MAIC che hanno mostrato entusiasmo e divertimento per la presenza del loro ospite importante e lo hanno nominato Ambasciatore MAIC. L’arbitro/avvocato pistoiese è persona molto gradevole e ha risposto con simpatia alle domande dei ragazzi. Ho colto anche l’occasione per consegnare a Irrati una targa di UNVS. Al termine dell’incontro le foto di gruppo e un bel buffet. Mi ha fatto molto piacere rincontrare Alba, una ragazzina, che tanti anni fa era studentessa in una mia classe con l’insegnante di sostegno. Malgrado sia passato un bel po’ di tempo, appena mi ha vista mi ha riconosciuta e ha cominciato a chiamare “Professoressa, professoressa, professoressa…” sono stata lieta di rivederla, sempre uguale, sempre la solita Alba, allegra e sorridente.  

IL PRESIDENTE EUGENIO GIANI ALLA PREMIAZIONE DELL’ATLETA DELL’ANNO DELLA SEZIONE UNVS DI PISTOIA

Anche quest’anno veramente bella la manifestazione per premiare l’Atleta dell’Anno 2018 Giulia Gabbrielleschi, l’Atleta Emergente Tommaso Martini e le altre categorie sportive, che si è svolta sabato scorso a Villa Cappugi e alla quale ha partecipato tantissimo pubblico, oltre 200 persone, per applaudire i premiati. Organizzata, come di consueto, dalla sezione UNVS di Pistoia ha registrato, oltre alle tante persone, più numerose di sempre anche le autorità in rappresentanza del territorio. Un grazie a tutti, a cominciare dal Prefetto S.E. Emilia Zarrilli, all’Assessore allo Sport del Comune Gabriele Magni, al Vicepresidente della Provincia Gabriele Giacomelli e al Presidente del Consiglio regionale Eugenio Giani, che ci ha fatto una graditissima sorpresa raggiungendoci sia per le premiazioni che per la cena di gala con i soci della sezione e i premiati. Grazie anche ai rappresentanti della Folgore, della Polizia di Stato, degli ordini professionali, delle associazioni e delle fondazioni bancarie che sono stati con noi, dandoci la misura dell’interesse che la nostra associazione riscontra sul territorio e del lavoro efficace che svolge per la diffusione dei valori di uno sport etico. Un grazie sentito anche ai media, che ci hanno dato ampio spazio sulle testate cartacee e on line e a TVL e infine, ma in realtà per primo, un ringraziamento del tutto speciale a Fausto Livi, che ha presentato in modo come sempre impeccabile, la manifestazione.

Report Sport

La Gazzetta di Pistoia

GALLERY- TUTTE LE FOTO DELLA MANIFESTAZIONE

ALDO BARDELLI E NANNI GALLI INSIEME A RUOTE CLASSICHE

Ieri sera presentazione del libro su mio padre al Club Ruote Classiche di Prato, una bella serata, anche emozionante, organizzata bene e con diverse piacevoli sorprese. Un ambiente di appassionati di motori, ma soprattutto di estimatori di belle macchine e di competizioni al volante. Si è parlato del libro con Alessandro Carrara, uno degli autori, ma anche di tanti aneddoti e ricordi con alcuni dei protagonisti di quegli anni. Due le sorprese che gli organizzatori hanno riservato a mio padre, la presenza al centro della sala della sua Alfa 33 da gara, veramente meravigliosa in tutto il suo splendore e della quale è sempre innamorato e la visita, inaspettata, di Nanni Galli, suo amico, collega e competitor sui circuiti, campione automobilistico e pilota anche di Formula 1. Tanti i giovani presenti al Club, impegnati nel portare avanti il ricordo delle gare e delle vetture di un tempo, animati da grande passione, ma anche desiderosi di porsi da ponte con le generazioni successive, affinché la memoria si tramandi e la bellezza dell’arte delle “corse in macchina” sopravviva nei posteri.

UN ONORE PRESENTARE LA PRIMA EDIZIONE DI SPORT BOOK E MEDIA

Prima edizione di Sport, Book e Media, una kermesse di tre giorni alla Biblioteca San Giorgio con numerosissimi appuntamenti culturali. Organizzatori dell’evento Stefano Fiori e Martino Baldi con il supporto di Maria Stella Rasetti.

Sport, Book e Media e’ l’intento dei promotori di far dialogare due mondi che, nell’immaginario collettivo, spesso sono concepiti come antitetici: quello dello sport e quello della cultura, ma come gia’ ci insegnavano i nostri antenati un paio di millenni fa: mens sana in corpore sano, fa supporre che non si tratti di due universi paralleli, ma di due realtà che convergono piu’ di quanto possa sembrare. 

Obbiettivo di questa manifestazione era insegnare ad avere una visione nuova della biblioteca, non concepita solo come luogo leopardiano, deputata alla lettura e ai libri e frequentata dal ricercatore, dallo studioso, o dallo studente, ma proposta e vissuta in modalita’ includente, tale che sia la casa naturale anche delll’uomo dello sport, dal bambino, al ragazzo, all’adulto, al veterano, ovviamente nella sua declinazione maschile e femminile.

Nel 2017 e di nuovo nel 2018 Pistoia ha conquistato il titolo di “citta’ che legge”, titolo assegnato dal Ministero della Cultura,  rendendola l’unico comune in tutta la Toscana ad ottenere un contributodi 43.000 euro per un progetto che si articolava in 8 filoni, fra questi c’era quello che proponeva di esaminare lo sport secondo una filosofia nuova che lo mettesse in relazione con la lettura e non lo considerasse più cultura di serie B. La manifestazione, presentando la vasta produzione di volumi che si raccoglie sotto l’etichetta Sport, è dunque il materializzarsi del  connubio fra narrativa e sport grazie alla presentazione di numerosisimi libri tutti a carattere sportivo.

Per quanto riguarda il terzo elemento, ovvero quello dei Media, tutti gli autori di questi volumi sono operatori mediatici, sono infatti giornalisti, uomini e donne di carta stampata, testate on line, radio e televisione che, a un certo punto,  si sono posti al servizio della letteratura dando linfa vitale alla letteratura sportiva e divulgando il messaggio di cio’ che lo sport e’ e deve essere, trasmettendone la diffusione dei valori veri e tradizionali.

Questo e’ lo spirito con il quale è stata pensata la tre giorni alla Biblioteca San Giorgio e che mi ha spinta a dare con piacere il mio contributo, aprendo la rassegna e coordinando la presentazione di alcuni autori e delle loro opere letterarie. Augurandomi che l’evento vi sia piaciuto, ma soprattutto vi abbia trasmesso un messaggio positivo, ringrazio gli organizzatori per avermi coinvolta.

Tanti i personaggi presenti a Pistoia, fra i quali Francesco Moser, Marino Bartoletti, Giusy Versace, Stefano Benni, Ian Sagar, Davide Cassani.

Gallery Sport, Book & Media

UNA TRE GIORNI FRA CULTURA, MEDIA E SPORT

Grande evento Sport, Book & Media in una tre giorni alla Biblioteca San Giorgio dal 29 al 31 marzo. Durante la manifestazione, alla quale parteciperanno personaggi noti del panorama nazionale, condurrò alcuni salotti culturali per presentare libri e intervistare personaggi del mondo dello sport. Parleremo anche di “Il Corridore. Aldo Bardelli e le sue Alfa Romeo”. Per quanti  mi chiedono del libro e desiderino un dedica di mio padre, vi invito a venire sabato 30 marzo nella sala conferenze della biblioteca San Giorgio alle ore 12.00. Non si dialogherà solo di eventi legati a motori, gare rocambolesche, auto sportive, ma si racconterà uno spaccato di Pistoia Anni ’60/70 che molti hanno vissuto e che tornerà alla mente attraverso aneddoti e ricordi. Saranno presenti i rappresentanti del Veteran Car Club, il Presidente dell’Ordine degli Ingegneri che parlerà dell’Ingegner Carlo Chiti, Pistoiese poco noto nella sua città, e il Presidente dei Veterani sportivi, Ambasciatori dei Valori dello Sport.

Brochure manifestazione

“IL CORRIDORE”. ALDO BARDELLI E LE SUE ALFA ROMEO

Finalmente ieri, dopo qualche anno di lavoro, è uscito il libro sulla carriera di mio padre, pilota automobilistico. Stanotte ho cominciato a leggerlo. E’ veramente bello, grazie all’opera di Carrara, Cordovani e Parra. Non è solo un libro di gare e di sport, è uno spaccato di un’Italia che non c’è più, è il racconto di quei ruggenti anni Sessanta, che si percepivano tali anche nei rombi dei motori, vissuti da una generazione scanzonata che ha segnato un’epoca, che si emozionava e si divertiva, in un’Italietta che cresceva. Il pilota automobilistico era all’epoca un personaggio mitico, che si lasciava dietro un’aura eroica, che faceva sognare i giovani ed era ammirato per il coraggio e lo sprezzo del pericolo. Avvicinarsi a una vettura, poter assistere il Pilota (Corridore si diceva allora) nelle più semplici operazioni tecniche, era qualcosa di ambito ed esaltante. Pistoia in quegli anni fu importante riferimento nazionale delle “corse in automobile”, grazie anche all’attaccamento che l’Ingegner Chiti mantenne sempre verso la sua città d’origine. Aldo Bardelli sicuramente ha vinto tanto, è finito anche in qualche burrone, ha preso diversi alberi, è cappottato,  ha incendiato la sua TZ1, ma è stato protagonista di una stagione indimenticabile per lui e per Pistoia, che dopo tanti anni lo ricorda con questo tributo, fortemente voluto da Alessandro Carrara (suo primo tifoso, come ci tiene a dire)  perché più di chiunque altro è stato il pilota cittadino! 

FRANCESCO MOSER TORNA ALLE ORIGINI PISTOIESI

Serata dedicata alla presentazione, in prima visione regionale, del film Scacco al Tempo, che racconta la vicenda sportiva e umana del ciclista del record dell’ora a Città del Messico!  In un gremitissimo teatro di Agliana è stato calorosamente accolto Francesco Moser, che proprio dalla terra di Bonelle aveva mosso i primi passi nel ciclismo professionista  e lì è ancora amato e ricordato. Parterre di autorità ad accogliere il campione trentino, giunto infortunato ad una gamba per una caduta dal trattore. Presenti il Presidente del Consiglio regionale Giani, al Sindaco di Agliana, i rappresentanti delle federazioni sportive e di diverse associazioni del territorio. 

 

PARTITA BENEFICA DI FINE ANNO PER “DBA ITALIA ONLUS”

Da il quotidiano on-line “La Voce Apuana”

Bellissima giornata allo “Stadio Degli Oliveti” di Massa quella di domenica 30 dicembre 2018: calcio e divertimento con un unico e importante obiettivo, la Beneficenza.
La manifestazione, organizzata dalla Associazione Sportiva ASD Sportivamente, in collaborazione con i Veterani Dello Sport, l’Us Massese 1919 e in patrocinio con il Comune di Massa, ha visto l’esilarante telecronaca del mitico trio dei “Tirabuscion“, di Antonio Mosti, Alberto Badiali e Roberto Battistini, che hanno accompagnato tutto il triangolare con divertenti commenti stile Gialappa’s, musica e allegria.
I contributi raccolti saranno versati nelle casse della DBA Italia Onlus, associazione italiana di sostegno Anemia Diamond Blackfan (rara insufficienza midollare caratterizzata da grave anemia presente sin dai primi mesi di vita).
Per quanto riguarda il calcio giocato, molti i giocatori che si sono resi disponibili tanto da poter fare un triangolare tra squadra Blu, Verde e Arancione (Blu-Arancioni 1-0, Arancioni-Verdi 1-2, Verdi-Blu 0-0) ognuna composta da Veterani dello Sport e Vecchie Glorie (per citarne alcune Stefano Pardini, Giampaolo Pinna, Maurizio Bertocchi, Giacomo Lazzini, Luca Bonfanti, Chadi). A bordo campo altri giocatori illustri che per problemi fisici hanno preferito rimanere ai box, come il Vicecampione del Mondo Roberto Mussi, Renzo Redomi, Andrea Poggi, Giorgio Rocca, Francesco Corsini e Claudio Ceccini. Prima della finalissima, tramite una lotteria tra i biglietti dei paganti, offerta libera, è stata assegnata la maglia ufficiale da gara della Massese (presente con Ciro Bertoldi e la dirigente Giorgia Lanza), consegnata al fortunato dalla Vicepresidente nazionale dei Veterani dello Sport Francesca Bardelli e dal presidente della ASD Sportivamente Gianluca Matelli. Oltre all’importante presenza della Bardelli, ad onorare questa domenica di solidarietà anche noti personaggi del calcio dirigenziale e della politica massese come il Presidente della Provincia Gianni Lorenzetti, il presidente della delegazione provinciale Figc (nonchè ex direttore generale della Massese) Andrea Antonioli e il delegato alla costa del Comune di Massa Marco Amorese, il quale era tra i giocatori in campo.